Pinotti & AssociatesSFIACLiberia Pino

random ads

Expo MilanoItalian CemeteryLa Scuola

Opportunità per lavorare presso il Consolato Generale in San Francisco

consulateUn messaggo dal Console Generale Mauro Battocchi

Avete mai pensato di lavorare con noi al Consolato Generale d’Italia a San Francisco? Per chi lo ha fatto e per chi e’ tentato di farlo, una buona notizia: e’ il momento buono per tentare. Da oggi fino al 25 giugno e’ indetta una procedura di selezione per l’assunzione un impiegato a contratto per la posizione di autista, commesso e centralinista. E’ un ruolo importante, perche’ la persona selezionata sara’, in molti casi, il primo contatto per i nostri utenti e dunque, fungera’ da “biglietto da visita” del Consolato. La nostra reputazione dipendera’ anche dal nuovo assunto: abbiamo dunque bisogno di persone motivate, estroverse, precise, aperte, gentili, flessibili e con una gran voglia di rappresentare la Repubblica Italiana a San Francisco.

Possono concorrere tutte le persone con buona conoscenza sia dell’italiano che dell’inglese che siano residenti permanenti negli Stati Uniti d’America con la Green Card da almeno due anni oppure siano cittadini statunitensi. Ovviamente, serve la patente di guida, 18 anni di eta’ almeno, sana costituzione fisica e un titolo di studio (anche la licenza elementare, ma titoli piu’ elevati danno diritto a un punteggio extra).

I requisiti prescritti devono essere posseduti entro e non oltre le ore 24:00 del giorno 25 giugno 2015, che e’ la scadenza per la presentazione delle domande di partecipazione. Queste ultime vanno inviate in carta libera (fa fede il timbro postale) a:

Consolato Generale d’Italia in San Francisco

2590 Webster Street, San Francisco CA 94115

I candidati devono darci, sotto la propria responsabilità, questi elementi:

a)  cognome, nome, data, luogo di nascita e residenza;

b)  recapito presso il quale devono essere inviate eventuali comunicazioni;

c)  di essere di sana costituzione fisica;

d)  la cittadinanza o le cittadinanze di cui sono in possesso;

e)  da quanto tempo risiedono nel Paese;

f)   le eventuali condanne penali comprese quelle inflitte all’estero nonché i provvedimenti penali pendenti a loro carico in Italia e all’estero;

g)  la posizione nei riguardi degli obblighi militari (per i candidati soggetti agli obblighi di leva);

h)  il possesso del titolo di studio 

i)   il possesso della patente di guida valida per lo svolgimento delle mansioni di autista.

Le prove d’esame saranno tre. Vi sara’ innanzitutto un colloquio con una conversazione in lingua italiana, intesa a verificare la buona conoscenza della lingua, le attitudini professionali del candidato e le sue condizioni di persone effettivamente integrate nell’ambiente locale, e una conversazione in lingua inglese, intesa a verificarne la buona conoscenza. Nel corso si accerteranno inoltre le conoscenze delle norme locali sulla circolazione. Vi saranno inoltre un saggio di guida, nonche’ una prova a carattere pratico di smistamento del pubblico, funzionamento del centralino telefonico, smistamento della corrispondenza, di informazioni di base all’utenza e familiarità con gli strumenti informatici.

Per leggere il bando ufficiale, cliccate qui. Per maggiori informazioni, scrivete a segreteria.sanfrancisco@esteri.it. Chissa’ che non sia uno dei nostri lettori, di qui a qualche mese, a rivolgersi al pubblico al nostro Consolato? Buona fortuna!

expo2015_logo.

When the Old Country Becomes the New Country

By Francine Brevetti Why would I want to go to Sicily? My family’s from Northern Italy. Three reasons: My education in college and graduate school exposed me to the histories of ancient Greece, and Rome, their drama and their mythologies. I’m crazy about ... Read More

USA-ITA. L’INSEGNATE DELLA SCUOLA PUBBLICA NEL XXI°, UNA MISSIONE

di Mauro Aprile Zanetti Approfitto dello “spring break” — una pausa pasquale laica per non offendere alcun credo, secondo la religione delle religioni americane, cioè il make up del politically correct, dietro cui si agita il Re dei Re, Sua Maestà il Consumismo — per ... Read More

EXPO MILANO 2015: GOODBYE SOLAR PANELS, HELLO ‘SOLAR LEAVES’

Far from being an innovative technology, solar power has been a part of a strategy to switch from fossil fuels to green energy for decades. President Jimmy Carter installed a solar energy system on the roof of the White House in 1979 in response to the gas crises caused ... Read More